Quel prete dai capelli rossi

 

Eri un prete….
di prima linea.

Usavi dire: "MI BUTTO!"
Significava in bocche altrui
"Povero me, cosa mi accadrà?"

La Fede vera
in te quasi tangibile
miravi obiettivi
a dir poco utopistici.

Tu percorrevi la via
prescelta
con ritmi e forza
di potenza superiore
ad ogni logica umana.

La tua lungimiranza
profetica
s’imponeva
agli ostacoli immani:
le tue mani
ne conobbero di generose
e di famose
(e quante mani disperate);
fu una magica catena.

Il tempo fa "appena"
il miracolo di adattare
il suo ritmo
alla tua volontà,
quasi va oltre
e ti crea imprevedibili
strade.

Per un uomo "normale"
sarebbe fatale
la resa.

Non per te, MAI!

SOLO di fronte
all’ingiusta morte
ti fermerai.

Ma avrai
di già
toccato con mano
la tua grande meta.

La storia di questa
nostra terra
ti aveva collocato
tra i pionieri profetici.

La tua lungimiranza
aveva premiato
degnamente
il tuo "folle" operato
dimenticato
poi da tanti:
ostacolato
ignorato,
veramente
da troppi
piccoli e grandi esseri.

Ed ora dall’oblio
il più ingeneroso
festosa
è risorta in tutte le sue luci
la verità
la storica verità:

I tuoi allievi, i tuoi "figli"
(ora giganti o famosi
o comunque immersi
in un processo socialmente
stupendo )
hanno scritto con me
la tua storia
la tua storica vittoria:
tristi d’allora
ti sorridono
di risorta Aurora.

Luciano Bettelli